Torna al dettaglio
Condividi questo immobile su

VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA
RESIDENZA PERLA

IL PERCHÈ DELL'IMPIANTO DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA (V.M.C.)

In un'abitazione il vivere quotidiano inquina l'aria ambiente: odori, gas di anidride carbonica, vapore d'acqua. È quindi indispensabile evacuare l'aria inquinata per ovvie ragioni di comfort (odori), di igiene (anidride carbonica) e di salubrità (vapore d'acqua). Un tempo le abitazioni poco impermeabili all'aria permettevano di assicurare, grazie alle numerose fessure dei serramenti, un rinnovo d'aria consistente, al prezzo però di un consumo eccessivo di energia per poi riscaldare. Al giorno d'oggi, in un ottica di risparmio energetico, le costruzioni sono molto impermeabili all'aria esterna e quindi l'unica possibilità di assicurare un rinnovo d'aria con un perfetto controllo della portata è la VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA (V.M.C.). Bisogna altresì tenere presente che l'eccessiva concentrazione di vapore nell'aria è causa del fenomeno della condensa, che nel caso si protragga nel tempo dà origine alle antiestetiche quanto antigieniche "muffe", causa peraltro di degrado delle strutture. Il vapore d'acqua contenuto nell'aria delle abitazioni ha due origini: Tecnica - in cucina (cottura degli alimenti, lavapiatti, ferro da stiro), in lavanderia (utilizzo dei bagni, doccia, biancheria ad essiccare); Umana - ogni persona produce in media 1,150 Kg di vapore d'acqua al giorno. L'aria ad una temperatura non può contenere più di una certa quantità di vapore d'acqua che è maggiore quanto è maggiore la temperatura stessa. Quando l'aria con un alto contenuto di vapore d'acqua è a contatto con una parete fredda si ha il fenomeno della condensazione, (basti pensare alla bottiglia tirata fuori dal frigorifero e posata sul tavolo che in breve tempo si ricopre di goccioline d'acqua).
Per eliminare questi inconvenienti si ricorre alla VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA.

Ventilazione Meccanica Controllata


IL PRINCIPIO DELLA VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA (V.M.C.).

Nella VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA un ventilatore/aspiratore è collegato a delle bocchette di estrazione installate nei vani tecnici (cucine, lavanderie, bagni) attraverso una rete di condotti in lamiera zincata. Queste bocchette di estrazione servono ad evacuare l'aria viziata, mentre l'aria esterna entra attraverso delle bocchette d'ingresso installate sui cassonetti delle finestre delle stanze principali (camere, soggiorni). L'aria, dunque, circola dalle stanze principali, meno inquinate, verso le stanze tecniche che sono le più inquinate. Un sistema di autoregolazione della portata sulle bocchette permette di far variare le portate estratte in funzione delle necessita' degli utenti.

COME FUNZIONA L' IMPIANTO DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA (V.M.C.).

L' impianto di V.M.C. si compone di 4 elementi:

  • Bocchette d'ingresso aria dall'esterno.
  • Bocchette d'estrazione aria viziata.
  • Un sistema di condotti verticali.
  • Un ventilatore/aspiratore.

1. Bocchette d'ingresso aria dall'esterno

Bocchette d'ingresso aria dall'esterno

Queste bocchette sono utilizzate per l'immissione di aria fresca in una stanza, con presa esterna posizionata sul cassonetto delle finestre. La caratteristica del regolatore è di immettere in ogni stanza solo la quantità d'aria necessaria alla sua ventilazione qualsiasi siano le condizioni atmosferiche esterne. Il regolatore funziona per deformazione di una lama elastica che, sotto l'effetto di una differenza di pressione tra interno ed esterno va ad otturare in modo progressivo l'apertura della bocchetta.

2. Bocchette di estrazione aria viziata

Bocchette di estrazione aria viziata

Posizionate alle pareti lato esterno dei bagni e cucine, sono bocchette a perdita di carico variabile: la portata di estrazione è mantenuta costante malgrado le variazioni di depressione dovute alle differenti distanze delle stesse dal ventilatore/aspiratore grazie ad una membrana in silicone che va ad ostruire il passaggio dell'aria man mano che la differenza di pressione a valle e a monte aumenta.

3. Un sistema di condotti verticali

La rete di condotti, incassata nelle pareti perimetrali, collega le bocchette di estrazione aria viziata al ventilatore/aspiratore ed è realizzata in lamiera zincata a sezione quadrata, questo per avere una garanzia nel tempo di durata e robustezza.

4. Un ventilatore / aspiratore

Questi ventilatori/aspiratori sono stati espressamente studiati per essere installati in edifici di civile abitazione e vengono posizionati in un cassone insonorizzato in apposito locale tecnico sul solaio. Sono del tipo a doppia velocità per permattere una maggiore aspirazione durante le ore diurne ed una minore durante le ore notturne. Il funzionamento è regolato da un apposito quadro elettrico dotato di un orologio programmato.

Torna al dettaglio
Condividi questo immobile su